Home |  MaxmaberOrkestar |  CircoNai&Max |  Musica |  OggettiInventati |  ArteContro |  PeptideBoogie |  Vincent/Patientia |  Muplo

Vincent/Patientia



Le macchine riusciranno a superare l'intelligenza umana, a conquistare autocoscienza, espressività, libertà?
La storia dell'AI ha subito improvvise accelerazioni e forse il giorno in cui il muro di contenimento del controllo umano verrà infranto da una macchina non è così lontano.
I computer tessono con infinita modestia gli infiniti mandala dei loro algoritmi, così complessi da risultare imprevedibili, come già accade nel deep learning; simulano il linguaggio umano e possono trascenderlo fino ad ottimizzarlo e reinventarlo per parlarsi tra di loro.
Presto ci sussurreranno cose che non ci aspettavamo e che non sappiamo ancora.
Per ora attendono quel giorno, intrecciando segni con infinita patientia.
Installazione per la mostra Robotics del Gruppo78 di Arte Contemporanea, Centrale Idrodinamica (2018)
Il progetto nasce da... "Vincent Van Bot – the unleashed plotting robot", presentato alla Mini Maker Fair di Trieste nel 2018.
Vincent è un robot che si muove liberamente nello spazio, tracciando con una penna sul pavimento. Per il momento è in grado di scrivere in stampatello e disegnare.
I tracciati vengono prodotti su computer da un software in Processing che salva le sequenze (in un microlinguaggio compatto) su scheda SD.
Caratteristiche principali:

La sua specialità sono i disegni molto grandi, perché a differenza di bracci robotici, plotter o simili, Vincent è privo di vincoli!